Inestetismo: perchè???

INESTETISMO PERCHE’?
Il corpo parla per noi e non mente mai!
La tensione cronica alla schiena altera il funzionamento corretto dei vari organi e visceri creando, di conseguenza, disturbi in tutto l’organismo! Quando la funzione di un organo viene turbata a livello psicologico, sulla nostra pelle appaiono i segnali.
Se chiedessi qual è la definizione della parola stress sicuramente riceverei risposte diverse, si tratta di un termine generalizzato che ad oggi viene utilizzato per “spiegare” stati d’animo e problematiche fisiche di vario genere di cui non si conosce l’origine e che non hanno un riscontro medico.
Una definizione valida ma non generica potrebbe essere: tutte le volte che faccio qualcosa controvoglia.
A tutti capita di fare qualcosa controvoglia, quindi tutti siamo soggetti allo stress, questo stimolo viene percepito ed elaborato in maniera diversa da ognuno di noi, creando un sentimento che a sua volta produce un’elaborazione metabolica e quindi un’emozione (in fisica la definizione di stress è: il tensore degli sforzi in un sistema continuo).
Le emozioni vengono vissute in due modi:
• le manifestiamo, attivando la nostra parte istintiva, e producendo endorfina, che ci regala benessere;
• le tratteniamo, attivando la nostra parte razionale, non vivendo il sentimento non scarichiamo l’energia che è arrivata dallo stimolo e si crea una rigidità dovuta al rilascio di istamina.

Il segnale di rigidità, o tensione, ci viene comunicata dal nostro corpo a vari livelli, il primo segnale è l’INESTETISMO che ci avvisa di un metabolismo che si sta alterando.
Ogni inestetismo è dunque collegato ad un’emozione, legata ad un sentimento che a sua volta è legato a un bisogno primario.

La comparsa, o la permanenza di un inestetismo ci indica dunque che non stiamo vivendo liberamente una specifica emozione.
Nel cervello ogni stimolo produce un sentimento, il midollo porta l’informazione dal cervello (psiche) al corpo (soma). Immaginiamo il midollo come un’autostrada e i dischi intervertebrali come dei caselli, lo stimolo è il corriere che deve portare l’informazione.
Quando non vivo un’emozione produco istamina che si deposita ai lati della colonna vertebrale (in ipotetici caselli), l’istamina crea rigidità e possiamo paragonarla al traffico che rallenta il nostro viaggio.
Lungo tutta la colonna vertebrale abbiamo dei nastri cutanei, chiamati metameri, che registrano costantemente la nostra capacità di esprimere le emozioni, quando, per qualsiasi motivo, non esprimo un’emozione sul metamero corrispondente si crea una microtensione.
Ad esempio: se non vivo la rabbia il metamero corrispondente si irrigidirà e, a causa di una mancanza di comunicazione verso il distretto corrispondente, si formerà la cellulite, oppure avremo una pelle del viso grassa o alipica, o ci saranno problemi di obesità o eccessiva magrezza.

Se non avviene uno SBLOCCO EMOZIONALE non può avvenire nessun cambiamento fisico!
Un lavoro specifico sulla colonna, insieme con la presa di coscienza del perchè dell’inestetismo, può liberare queste rigidità e anche le emozioni represse.

Elisa Zaccaron, Naturopata, Counselor
cell. 345 455 2445
mail: elisaz.naturopata@gmail.com

Foto di Mohammad Alizade su Unsplash

Leave a comment

Trattamenti
Ogni persona viene accolta e compresa nella sua globalità al fine di individuare l’approccio più adatto.
Lo staff
Personale professionale e altamente specializzato in vari settori a Udine.
igea-foglie

© 2024 IGEA S.R.L.S. Studio Integrato di Salute e Benessere – P.Iva 02907740308 – PrivacyCookieCredits