Pane al kefir

Pane al kefir

2 agosto 2020 Blog 0

PANE AL KEFIR

Vi hanno regalato il Kefir, (che è un fungo che si moltiplica velocemente e ha delle qualità nutrizionali molto interessanti) e non sapete come usarlo?

Fate il pane, così non avrete più bisogno del lievito:

300 g di farina integrale
150 g di farina 0
1 cucchiaino di bicarbonato
360 ml di kefir di latte
Sale q.b.

Mescolare fino ad ottenere un impasto morbido uniforme
Mettere nella formella del plumcake
Non ha bisogno di tempi di lievitazione
Metterlo in forno a 200° per 35 minuti o fino a quando si sente il profumo del pane (reazione di Maillard)
Spegnere il forno, aprire lo sportello e appena possibile rimuoverlo dalla formella del plumcake, depositarlo sulla griglia del forno con porta aperta in modo che si asciughi ai lati. Potete sperimentare aggiunte varie di semini, olio di zucca, o ogni alternativa che vi viene in mente. Buon divertimento e buona colazione!!!

Qualche informazione sul kefir:
Il kefir è un alimento che promuove la digestione, calma i nervi, aumenta l’energia vitale dell’organismo. Questa bevanda esercita un’influenza benefica in caso di malattie polmonari, bronchiti, malattie croniche dello stomaco e dell’intestino; infine può anche essere adoperata come alimento per bambini in mancanza di latte materno.
E’ un regolatore della flora batterica intestinale perché contiene probiotici, quindi elaboratori e fornitori di tutte le vitamine del Gruppo B.

Con il kefir si guariscono catarri, crampi di stomaco, infiammazione intestinale cronica, infiammazione del fegato, malattie della cistifellea, della vescica, eczemi da gravidanza, sindrome premestruale e va dato ai convalescenti dopo ogni malattia, soprattutto grave.
Nei bambini si usa al posto del latte materno, la quantità da assumere è di mezzo litro nei piccoli e almeno 1 litro negli adulti, sempre prima dei pasti, per periodi dai 3 ai 4 mesi.
I benefici sono ad ampissimo spettro su ogni tipo di malattia.
Altamente digeribile e adatto a tutti ad ogni età. Si acquista in granuli e si lascia fermentare in latte vaccino, di capra o di asina, acqua o bevanda vegetale. Tutte le indicazioni si trovano su un sacco di siti in internet. Qui trascriviamo solo quelle del kefir d’acqua:

KEFIR D’ACQUA

PER 2 LITRI – OCCORRENTE:
1 vaso in vetro con apertura larga e chiusura ermetica di due litri
6 cucchiai di fungo
100-150 g di zucchero
2 fichi secchi (lavarli molto bene)
Mezzo limone biologico (lavarlo molto bene)

Riempire d’acqua il vaso e mescolare bene tutti gli ingredienti, lasciar fermo 24 ore a temperatura ambiente e poi rimescolare. Da quel momento contare due giorni (massimo 3) per la fermentazione.
Passare il liquido attraverso un colino di plastica, spremere il limone contenuto e aggiungervi ancora del succo fresco di limone.
Per generare nuovo kefir d’acqua, lavare molto bene il fungo in acqua corrente fredda e il contenitore, poi rimettere il fungo lavato e i nuovi ingredienti. Il fungo si moltiplica velocemente, ma dato che è difficile procurarselo, il superfluo è bene donarlo.

a cura di Giuliana Cossettini, PhD. Naturopata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *