Andrea Casaccio

CURRICULUM

Andrea Casaccio è Operatore Olistico specializzato in Dermoriflessologia (Diploma ASI/CONI), Operatore e Docente di Biomusica-Musicoterapia Evolutiva ed Esperto di campi frequenziali applicati al corpo umano. Ha conseguito il diploma di Perfezionamento in Musica, Musicoterapia e Neurologia organizzato dall’Università di Ferrara in collaborazione con il dipartimento di Scienze Biomediche e Chirurgiche Specialistiche sotto la direzione dei Prof. Enrico Granieri e Maura Pugliatti.
L’interessamento per una visione più ampia dell’Essere Umano e del concetto di malattia nasce già da giovane nella sua esperienza di paziente cardiologico, tuttavia è solo con il trapianto di cuore nel 2013 che comincia un più serio ed approfondito percorso, che lo porta ad integrare assieme ai farmaci allopatici, diverse discipline mediche chiamate complementari e tecniche integrative volte a migliorare il benessere psico-fisico della persona.
In particolare studia ed approfondisce l’uso delle frequenze (sonore, elettriche, luminose) applicate al corpo umano, non più visto secondo i soli meccanismi biochimici proposti dalla medicina classica occidentale, bensì come l’intersecarsi di forme di energia condensata secondo campi elettro-magnetico-vibrazionali diversi a seconda della funzione che ogni sua parte svolge. Le tecniche che propone sono tecniche che possono integrare le metodiche tradizionali suggerendo e favorendo lo sviluppo del benessere fisico e psichico e agendo direttamente sulle potenzialità della persona.

Contatti

349 393 4246 – andreacasaccio@gmail.com

DERMORIFLESSOLOGIA SECONDO LA MAPPATURA CALLIGARIS

La Dermoriflessologia è una disciplina olistica basata sulla mappatura cutanea scoperta dal grande neurologo friulano Giuseppe Calligaris (1876-1944). Utilizza una tecnica riflessologica che riconosce la pelle come specchio della sfera psichica e somatica: la cute è attraversata da linee e placche nelle quali è inscritta la memoria genetica ed esperienziale dell’individuo, sia sul piano fisico, sia sul piano emozionale. Attraverso l’indagine dello stato energetico dell’individuo possiamo così individuare gli squilibri propri della persona per proporre un’azione di auto-conoscenza e di riequilibrio su vari livelli dell’Essere. Risulta sempre più evidente agli occhi della moderna scienza ciò che al neurologo friulano risultava già evidente più di un secolo fa: l’Essere Umano è un crogiolo di energie invisibili, punto di incontro di forze sottili superiori che, riflettendo i propri movimenti interni e quelli dell’Universo, si muove, a seguito delle esperienze che ha vissuto, in forma automatica, dimentico di Ciò che lo ha condotto a vivere questa esperienza sensibile, di Ciò che è la sua Vera Radice. Così, quello che avviene nel Corpo è il risultato di quanto già molto in anticipo è avvenuto negli strati più profondi della persona: Memorie Genetiche, Pensieri, Parole, Emozioni, Immagini, costituiscono l’insieme di energie sottili che strutturano il nostro corpo fisico e la nostra vita interiore condizionandoci anche nelle nostre scelte di Vita.
Grazie alla Dermoriflessologia è possibile prendere coscienza degli automatismi che ci guidano nel quotidiano per favorire un autentico cambiamento. http://www.psicodermosomatica.it/

BIOMUSICA – MUSICOTERAPIA EVOLUTIVA

La Biomusica è un metodo che lavora sull’aspetto fisiologico ed emotivo dell’individuo, aiutandolo a produrre un nuovo equilibrio e stimolando l’espressione e la comunicazione. Attraverso la Biomusica è possibile prendere contatto con il corpo in maniera profonda utilizzando la voce, la musica, il movimento e il gioco per migliorare la capacità di esprimersi in Armonia con sé e con gli altri Esiste una stretta interrelazione tra corpo, emozioni e suono, tanto che stimolare un cambiamento su uno di questi elementi può produrre un cambiamento anche sugli altri.
La melodia nasce dalle inflessioni della voce emozionata e l’uso spontaneo della voce, unito al movimento del corpo, è fin dalla prima infanzia un modo per scaricare tensioni e comunicare il proprio vissuto all’esterno. Anche il ritmo nasce dal corpo, dai suoi ritmi biologici, come il battito cardiaco, la respirazione, il movimento locomotorio; quando ci allontaniamo dai nostri ritmi naturali ci troviamo a disagio, mentre quando li recuperiamo è come ritornare alla nostra casa. Un gruppo di Biomusica mira a creare uno spazio in cui la persona possa scaricare le tensioni e le emozioni in eccesso per poi riequilibrare il proprio stato psicofisico, orientandolo verso la serenità, il divertimento e la positività verso sé e gli altri.
Il metodo può essere usato con bambini, adolescenti, adulti, anziani sia normodotati sia con disabilità. www.biomusica.it

RIEQUILIBRIO FREQUENZIALE SONORO

Attraverso il suono è possibile ripristinare uno stato di equilibrio partendo dall’utilizzo di strumenti o della stessa voce umana, agendo su vali livelli dell’Essere. Sul piano fisico, sia a seguito di una patologia, sia in condizioni di particolare stress, si possono manifestare evidenti alterazioni di alcuni parametri fisiologici come la pressione arteriosa, il ritmo cardiaco, equilibrio acido-base e, in generale, un’alterazione del naturale dinamismo organico che caratterizza un buono stato di salute. Ciò determina una situazione di stagnazione linfatica che può essere temporanea o cronica. In presenza di patologia o stress quindi, a questa situazione di alterato dinamismo organico corrisponde una imponente cessione elettronica a livello molecolare. Il suono, attraverso la sua capacità trasduzionale (ovvero la capacità di trasformarsi da impulso meccanico a impulso elettrico) possiede in sé tutte le caratteristiche necessarie per aumentare il carico di elettroni ceduti dall’organismo e ripristinare il dinamismo organico perduto. L’acqua contenuta nel nostro organismo entra in risonanza con il suono di appositi strumenti (come ad esempio le campane tibetane) posizionati in determinati punti del corpo, oppure della nostra stessa voce. La voce è uno degli strumenti più potenti di cui disponiamo per dinamizzare il nostro plasma. L’aumento del carico bio-elettrico attraverso la dinamizzazione plasmatica genera un diffuso stato di benessere sia a livello fisico che psichico, favorendo peraltro la produzione di ormoni del benessere (endorfine, dopamina, serotonina).

MUSICA, MUSICOTERAPIA E NEUROLOGIA

Il corso di Perfezionamento in Musica, Musicoterapia e Neurologia organizzato dal Prof. Enrico Granieri (Neurologo), è stato organizzato dall’Università di Ferrara e ha visto l’avvicendarsi di 37 docenti tra neurologi, neuroscienziati, psicologi, psichiatri ed esperti nel settore della riabilitazione per pazienti con patologia di tipo neurologico. All’interno del corso sono state fornite le basi di neurologia clinica, integrandole, attraverso un approccio multidisciplinare, con la componente psicologica ed emotiva del malato neurologico. Particolare attenzione è stata posta all’uso della musica e di tecniche musicoterapeutiche in neurologia, promuovendo un approccio rivolto alla salute della mente e del corpo. Suono, memoria, linguaggio, emozioni, movimento, sono gli aspetti considerati nel corso, poiché la musica ha profondi effetti su ogni individuo, qualunque sia il genere che si ascolta, stimolando le capacità cognitive, i ricordi e l’attività motoria. Si sono prese in esame le potenzialità terapeutiche e preventive, in particolare in campo neurologico. In sintesi si sono affrontati gli innumerevoli casi clinici di pazienti neurologici che hanno tratto beneficio da una costante attività motoria accompagnata dalla musica.