Fine estate e problemi digestivi

Fine estate e problemi digestivi

23 Agosto 2021 Blog 0

E anche l’estate sta finendo, e così come la Medicina Tradizionale Cinese ci insegna, questo è un tempo “terra”, cioè la transizione da un periodo caratterizzato dal “fuoco” ad un lungo periodo di “metallo”. Il passaggio dal calore estivo al secco autunnale, foriero di venti e portatore di freddo, transita in un tempo di una ventina di giorni, chiamato appunto fine estate, dove la natura offre i suoi frutti tardivi e le prime verdure che incontreremo ancora per lunghi mesi.

Il fico, l’uva, le susine, le pere e le mele sono tutti frutti che si raccolgono ora sugli alberi e che ci aiutano in questa delicata fase di passaggio.
In MTC, l’elemento terra è collegato al sistema digerente (stomaco, milza/pancreas). Non a caso è proprio di questo momento il riacutizzarsi dei problemi digestivi, dei dolori allo stomaco per chi ha questo organo un poco provato non solo dalle trasgressioni estive, ma soprattutto dall’ansia costante che spesso lo attanaglia.
Lo stomaco è un viscere molto reattivo in quanto collegato con i centri ipotalamici della regolazione del masterclock, l’orologio biologico, che regola i ritmi sonno/veglia, stagionali, mestruali (per le donne), dell’assunzione del cibo, della distribuzione energetica generale e molto altro ancora.
Il fico, detto anche l’albero della vita, è stato sempre considerato un albero sacro. Dalle sue gemme totipotenti si estrae, attraverso un procedimento lungo e delicato, il gemoderivato specifico per i problemi digestivi di ogni persona e di ogni età.
Il fico è il grande aiuto allo stomaco, perciò una prima colazione o uno spuntino di metà mattina che lo contenga ha valenza nutrizionale su diverse funzioni.

Nella fasi di fine estate finalmente tornano le verdure a foglia verde, che la troppa calura aveva bloccato nella crescita, permettendo invece la naturazione del pomodoro, a cui daremo presto un saluto, per ritrovarlo sulle nostre tavole tra circa un anno, insieme con le melanzane e i peperoni (solanacee). Perciò facciamo provviste e le ultime scorpacciate di peperonata.
Le biete, le cicorie, in generale le foglie verdi sono di grande beneficio per la pulizia del sangue e possono essere usate in quantità nel nostro pasto serale, per aiutarci nella fase notturna di pulizia e rigenerazione cellulare.

La stagione di passaggio della FINE ESTATE andrebbe anche usata come periodo di attenzione digestiva. Qualche sorso di acqua tiepida prima dei pasti e/o calda alla fine offre un grosso giovamento a chi ha problemi digestivi in generale, oppure ha dovuto mangiare di fretta qualcosa di non proprio consono alla sua fisicità.

La RESPIRAZIONE gioca un ruolo fondamentale nella fase digestiva. Se ci approcciamo al pasto troppo in fretta, con lo stomaco contratto, i nostri problemi digestivi non faranno altro che manifestarsi in modo più intenso. Dedichiamo perciò qualche minuto ad un massaggio diaframmatico attraverso un respiro eseguito con il naso, da seduti e con le mani sulla pancia per verificare se nell’inspirazione la pancia si gonfia, e nell’espirazione si sgonfia. Gli organi digestivi saranno così più pronti a ricevere gli alimenti e tutto il corpo si sentirà più felice.

Giuliana Cossettini, Naturopata PhD.

Photo by Aliona Gumeniuk on

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *